Logotipo Pietro Marchese
home
opere private
inizio d [..]

Inizio dell'umanità


Portatori di conoscenza

Natura ambivalente, il lupo portatore di conoscenza che viene dalle tenebre e dal regno delle ombre.

Esopo ne parlò in tanti dei suoi racconti, dipingendoli come animali pericolosi ed ipocriti. In quei racconti mette in evidenza la fiducia tra i pastori e i loro cani nella loro vigilanza contro i lupi. La Bibbia fa riferimento ai lupi 13 volte come simboli di avarizia e di distruttività. Gran parte del simbolismo del Nuovo Testamento era basato sulla cultura pastorale del popolo di Israele, e Gesù paragonò la sua relazione con i discepoli a quella di un buon pastore che protegge i suoi greggi dai lupi.

Secondo il Malleus Maleficarum, pubblicato nel 1487, i lupi sono stati mandati da Dio come punizione contro il peccato, oppure sono agenti di Satana inviati con l'appoggio di Dio per mettere alla prova la fede dei credenti.

Nel rappresentare una coppia umanizzata di lupi, ho cercato di sfatare questa visione negativa, nel tentativo di donare a questi misteriosi esseri una nuova veste simbolica, semplicemente perché portatori di “conoscenza”, anch’essi animali del creato, protesi verso un cammino di umanizzazione attraverso il dono di una nuova vita.

Il terrore che incute questo splendido animale è però atavico e universale: può essere associato al buio della caverna, all'abisso delle sue fauci fameliche, alle pericolose e fitte foreste. Nella nostra tradizione culturale ci sono tanti "detti popolari" che lo vedono protagonista, sempre nella sua veste spaventosa ("tempo da lupi", "fame da lupi"), oppure ne sottolineano l'aspetto pericoloso ("In bocca al lupo!"), o per la sua istintuale aggressività ("Il lupo perde il pelo ma non il vizio") e molti altri ancora che sembrano metterne in luce la selvaticità e l'indomabilità quali caratteristiche solo negative, motivo per cui hanno ispirato tantissime fiabe dove il lupo fa ovviamente la parte del cattivo.

Ma come tutti i simboli, anche il lupo ha una natura ambivalente: Il lupo è dunque tramite e portatore di una conoscenza che viene dalle tenebre e dal regno delle ombre, per questo è pericoloso: evoca un'idea di forza a stento contenuta, è forse simbolo dell'esperienza archetipica con il numen, che, per definizione, è fuori dal tempo e non è assimilabile ad alcuna altra esperienza precedente. Ed è così profondamente radicato all'inconscio da costituire il ruolo di iniziatore. In molte civiltà appare come genitore e fondatore e, in quanto tale, è associato all'idea di fecondità. Una delle leggende a noi più vicine è quella di Romolo e Remo allattati da una lupa, i gemelli fondatori della città eterna che diverrà il cuore stesso di tutta la Cristianità.

2012
opere private fdbdfb bfdsbsdfb dfbdfb